Sesso durante la gravidanza: fa bene a lui e a lei

La gravidanza è uno dei momenti maggiormente delicati nella vita di una donna ma anche di una coppia. Certamente, la donna è sottoposta a maggiori stress e dolori dal punto di vista fisico ma nemmeno per l’uomo tutto ciò si rivela molto semplice. Uno dei problemi che spesso le coppie incontrano nel nove mesi della gravidanza è il sesso. Fare sesso durante la gravidanza potrebbe sembrare pericoloso. I rapporti intimi potrebbero essere meno disinvolti del previsto. E’ facile lasciarsi prendere dalle ansie e dalle preoccupazioni ma, dall’altra parte, resta comunque forte il desiderio di avere ogni tanto un rapporto sessuale con il proprio partner. Fare sesso è un bisogno fisiologico dell’uomo e della donna. Nove mesi di astinenza sarebbero difficilmente gestibili per tutti.

Il periodo della gravidanza comporta dei cambiamenti senza dubbio importanti per una donna, sia dal punto di vista fisico che psichico. Bisogna, però, essere bravi a comprendere che tutto ciò fa parte del gioco. E’ qualcosa che riguarda tutte le donne che hanno o che hanno avuto una gravidanza. Quindi, non bisogna esagerare con le precauzioni e le preoccupazioni. Fare sesso durante la gravidanza non comporterà alcun problema. Certo, alcune utili indicazioni potrebbero aiutare ad evitare di incorrere in possibili problemi. In linea generale, però, il sesso nel periodo della gravidanza non viene negato. Anzi, sembra che spesso venga addirittura consigliato.

E’ stato il giornale Fox News a pubblicare i risultati di una serie di studi a carattere internazionale relativi proprio al benessere procurato dall’attività sessuale durante una gravidanza. Secondo quanto rivelato da questi studi, sarebbero diversi i motivi che dovrebbero spingere le coppie a fare sesso nel corso dei nove mesi della gravidanza.

Perché conviene fare sesso nel corso della gravidanza

Il primo motivo è rappresentato dal fatto che quando si ha un orgasmo le contrazioni del pavimento pelvico si rafforzano. Ciò è, ovviamente, un beneficio soprattutto per la donna perché i muscoli che dovranno essere attivi durante il travaglio si rinforzeranno e, dunque, le operazioni dovrebbero essere più agevoli e meno complicate del previsto. Lo studio è stato effettuato dallo scienziato Tammy Nelson. Secondo l’esperto i rapporti sessuali aiuterebbero la donna in gravidanza non andare sempre in bagno, cosa che si verifica piuttosto di frequente nel corso di una gravidanza. Infatti, con il trascorrere dei mesi le dimensioni del bambino sono destinate ad aumentare e, quindi, è probabile che venga esercitata una pressione nei confronti della vescica. Il rapporto sessuale, come detto in precedenza, va a rinforzare il pavimento pelvico. Di conseguenza, il flusso di urina verrebbe gestito in maniera migliore.

Secondo un altro studio, invece, il sesso nel corso della gravidanza sarebbe un ottimo rimedio per non incorrere nella preeclampsia. La preeclampsia è una malattia che può colpire sia il feto che la madre. E’ una patologia in grado di influenzare l’esito materno e fetale ed è caratterizzata da ipertensione con albuminuria o edema. Solitamente, si può sviluppare tra la ventesima settimana di gestazione e la fine della prima settimana successiva al parto. La preeclampsia si verifica piuttosto raramente ma è bene, comunque, fare qualcosa dal punto di vista della prevenzione perché la comparsa di questa malattia potrebbe essere molto pericolosa, addirittura fatale.

Sembra che il sesso aiuti a prevenire la preeclampsia attraverso una proteina che si origina nello sperma e che consente di tenere sotto controllo il sistema immunitario. L’orgasmo aiuta anche ad abbassare la pressione arteriosa, aspetto importante proprio per cercare di non incorrere, sia per quanto concerne la madre che il bambino, in problemi di ipertensione.

Nel corso della gravidanza, inoltre, l’orgasmo della donna si rivela molto più soddisfacente a causa del fatto che sia i capezzoli che il clitoride sono congestionati mentre il flusso sanguigno è in grado di trascinare verso il bacino un numero maggiore di estrogeni. Altri scienziati hanno parlato dell’importanza di fare sesso durante la gravidanza, soprattutto sotto l’aspetto emotivo. Sia l’uomo che la donna potrebbero perdere la fiducia in loro stessi se dovessero momentaneamente accantonare l’attività sessuale nel periodo della gravidanza. Fare sesso potrebbe aiutare ad evitare qualunque problema di questo tipo. E’ chiaro che difficoltà del genere potrebbero presentarsi soprattutto per le donne ma anche l’uomo, se rimane lontano dal sesso per troppo tempo, potrebbe cominciare a perdere l’autostima.

L’orgasmo svolge una funzione importante anche perché permette di combattere lo stress. Esso, infatti, rilascia una sostanza che si definisce ossitocina. Questa sostanza, della quale si parla anche come ormone dell’amore, agisce soprattutto sulla mammella e sull’utero. Si dice che l’ossitocina sia un eccitante maschile. E’ quello che hanno rivelato diversi studi sia europei che americani. Si ritiene che l’ossitocina sia utile soprattutto per le coppie innamorate. Il desiderio maschile aumenterebbe e anche l’erezione sarebbe più duratura. Come abbiamo visto, dunque, ci sono tanti modi per risolvere eventuali problemi sessuali. Oltre all’ossitocina ci sono dei farmaci che potrebbero fornire supporto nel superamento di problemi nei rapporti sessuali.

Fare sesso è importante anche sotto un altro aspetto, ovvero aiuta i due partner ad essere maggiormente legati l’un con l’altro. Fare l’amore di frequente è importante proprio perché consente di non perdere il contatto con il proprio partner. La vita di coppia ne risulta rafforzata e questo è un aspetto altamente rilevante in un periodo molto particolare come quello della gravidanza. Se una coppia fa sesso in maniera regolare durante una gravidanza è probabile che non avrà nessun problema a riprendere la vita sessuale anche dopo il parto.

Ovviamente, c’è da fare un discorso a parte legato al fatto che dopo la gravidanza la vita di una coppia cambia. Si comincia a pensare soprattutto al proprio bambino, le esigenze della coppia passano in secondo piano. Nonostante questo, però, è importante cercare di trovare il modo per fare l’amore con una certa regolarità. Sarebbe un grosso peccato mantenere l’abitudine di fare sesso durante la gravidanza e perderla dopo il parto. Siamo convinti che se si vuole si trova sempre il tempo di trascorrere momenti di intimità con il proprio partner. L’importante è che l’uomo sappia stare vicino alla propria donna perché, se la gravidanza può essere difficile e problematica, spesso anche il periodo post-partum si rivela tutt’altro che tranquillo e sereno. Bisogna abituarsi a nuovi ritmi di vita da una parte e dall’altra bisogna essere pronti a ricominciare a fare le stesse cose che si facevano prima della gravidanza.

Questi sono le principali indicazioni che provengono da pareri e studi di esperti. Come abbiamo visto, dunque, l’attività sessuale durante la gravidanza non dovrebbe creare particolari problemi alla donna. In ogni caso, per essere sicuri è sempre meglio poter contare su un parere medico. Chi meglio del vostro medico conosce la vostra storia clinica? Solo lui, quindi, potrà essere in grado di darvi i giusti consigli in merito all’attività sessuale. Addirittura, è possibile fare sesso anche al termine della gestazione. Pare che il sesso aiuti l’organismo a prepararsi in vista dell’arrivo del bambino.

In conclusione

Insomma, ci sono tutte le condizioni affinché una coppia prosegua l’attività sessuale anche nei lunghi mesi della gravidanza. Avere un bambino è importante ed è il sogno di tantissime coppie. Crediamo, però, che sia ugualmente importante che la coppia non perda la propria intimità e che la donna continui ad essere, per l’appunto, anche donna e non soltanto mamma.