Fare l’amore quando cala il desiderio sessuale

La passione è la forza trainante dell’amore, almeno nei primi anni di vita di una coppia. Soprattutto in fase giovanile, gli ormoni sessuali hanno una grande vitalità ed il desiderio sessuale resta sempre molto forte. La giovinezza, però, parafrasando il grande De’ Medici, prima o poi sfugge via e con essa anche il desiderio sessuale tipico di quegli anni. Nella mezza età si assiste ad una fase di stallo. In realtà, tutto ciò che ha a che fare con l’erotismo parte dalla testa. Questo significa che anche negli anni della mezza età o addirittura in età ancora più avanzata c’è la voglia di fare l’amore. Certo, gli ormoni non danno le stesse risposte di una volta ma ciò non vuol dire che si debba rinunciare a vivere momenti di piacere intimo. Il discorso vale, ovviamente, sia per gli uomini che per le donne.

E’, infatti, errato pensare che un problema del genere possa riguardare solo i maschietti. Le amoredonne, specie quando comincia il difficile momento della menopausa, spesso perdono o, comunque, accantonano il desiderio sessuale. Diventa molto difficile eccitarsi e provare sensazioni forti con il proprio partner. Ciò che fa funzionare il rapporto di coppia è l’amore ma a livello fisico è difficile se non impossibile provare le sensazioni di un tempo. Per dircela tutta, la donna potrebbe anche non fare sesso, non ne risentirebbe più di tanto.

Del resto, il periodo della menopausa è spesso accompagnato da diversi cambiamenti importanti per una donna. Le donne in menopausa potrebbero cominciare ad accusare in più di una occasione sintomi di stanchezza e di stress. A tutto ciò potrebbe accompagnarsi un riposo notturno disturbato e non tranquillo. Dal punto di vista caratteriale si cominciano a notare dei cambiamenti. La donna non si sente più attraente come negli anni precedenti e non crede più in se stessa, nella sua sensualità e nella sua capacità di accendere il desiderio dell’altro sesso e, nello specifico, del proprio partner. Si tratta di qualcosa le cui tracce possono essere individuate nell’organismo stesso della donna. A quanto pare, infatti, i muscoli del pavimento pelvico diventano flaccidi e non si riesce ad avere totale controllo della vescica.

Sebbene potrebbe essere questa la situazione nella quale si vengono a trovare molte donne, è facile che possa accadere, in determinate situazioni, anche il contrario. L’inizio della menopausa coincide con la fine del ciclo mestruale e, sotto questo punto di vista, le esperienze sessuali possono essere vissute in maniera completamente diversa. Fino a quando ci sono le mestruazioni si è, comunque, portati ad utilizzare, nella maggior parte dei casi, una certa cautela, al fine di evitare di incorrere in gravidanze indesiderate. Con l’avvio della menopausa tutto questo sparisce. Spesso, potrebbe essere proprio questa la fase in cui una coppia riscopre la passione anche a letto. Infatti, quando i figli cominciano a diventare adulti e a prendere ognuno la propria strada si potrebbe avere molto più tempo a disposizione per fare l’amore. Da questo punto di vista, i momenti intimi verranno vissuti in maniera diversa. Non si penserà più a fare l’amore soltanto su “indicazione” degli ormoni sessuali. Fare l’amore non è più un’abitudine quotidiana ma diventa quell’eccezione di cui si ha bisogno e che permette di guardare molto di più alla qualità del rapporto e del momento intimo stesso rispetto al passato.

Ovviamente, sia l’uomo che la donna potrebbero aver bisogno di ricorrere ad alcuni medicinali o particolari trattamenti per fare in modo che i momenti intimi vengano vissuti con piacere e relax, senza provare alcun tipo di fastidio o di dolore. A tal proposito, le donne ricorrono spesso a delle creme vaginali che hanno il compito di mantenere umida e liscia la vagina, non soltanto nel momento in cui si verifica il rapporto sessuale.

Quando una terapia di coppia potrebbe rivelarsi utile

La vita sessuale di una coppia potrebbe vivere diversi momenti di difficoltà, indipendentemente dagli aspetti fisici, legati, ad esempio, alla menopausa. Spesso, per diversi motivi, trascorre molto tempo prima che una coppia possa nuovamente ritrovarsi a vivere momenti di passione e di intimità. Il problema è che così facendo si rischia di abituarsi a questo nuovo stile di vita e per una coppia non è proprio il massimo. Riscoprire il piacere di amarsi anche sotto le lenzuola è importante e a tal fine potrebbe essere utile, sia per lui che per lei, una terapia. Stiamo parlando della cosiddetta terapia di coppia. Si tratta di un’esperienza che davvero potrebbe dare un aiuto alle coppie in difficoltà sotto il profilo sessuale. E’ un modo per rompere la monotonia della quotidianità che, spesso, uccide i rapporti. Per recuperare una relazione anche dal punto di vista sessuale potrebbe essere utile fare qualcosa di diverso, come esperienze erotiche mai provate che potrebbero portare ad ottenere risultati soddisfacenti.

Una coppia felice fa meno fatica a fare sesso

Trovare un benessere di coppia è importante perché consente di vivere al meglio anche la sessualità. Una coppia che sta vivendo momenti di difficoltà non sempre riesce a ritrovarsi a letto, sebbene si dica spesso il contrario, ovvero che il letto possa essere il luogo in cui fare la pace e mettere da parte i rancori. Se la vita sessuale è stata per lunghi tratti appagante sia per lui che per lei allora potrebbe essere più facile superare i momenti critici. Un discorso che vale soprattutto per le donne, le quali dopo la menopausa potranno continuare a vivere con piacere la loro vita sessuale. Se i rapporti sessuali erano poco frequenti e non soddisfacenti prima della menopausa è difficile che possano diventare positivi dopo l’inizio della menopausa. Tutto dipende dall’importanza che la coppia ha attribuito al sesso nel corso degli anni. Se ad esso è stato dato un valore alto allora la voglia di fare l’amore probabilmente non mancherà mai.

La gravidanza prima della menopausa

Non è qualcosa che si verifica molto spesso ma è un discorso che, comunque, non può essere escluso a priori. Una donna potrebbe benissimo incorrere in una nuova gravidanza quando meno se l’aspetta, ovvero quando sta per cominciare la menopausa. A quel punto le reazioni potrebbero essere diverse. Se la donna e il suo uomo covavano ancora la speranza della nascita di un bambino allora il momento potrebbe essere accolto con gioia e sollievo. Al contrario, se non erano queste le aspettative allora potrebbe essere più difficile accettare una gravidanza a ridosso della menopausa, almeno in un primo momento. Una donna, infatti, potrebbe erroneamente pensare di essere troppo grande per crescere in nuovo bambino, di non potercela fare e di non essere più in grado di svolgere un ruolo del genere.

Con il passare del tempo, però, la coppia potrebbe prendere piena consapevolezza del fatto che sta per diventare nuovamente mamma o che lo diventerà per la prima volta e si catapulterà con gioia ed entusiasmo in un percorso che non sarà facile ma che, comunque, porterà alla nascita di un bambino. Sebbene possa essere difficile accettarlo in un primo momento, l’arrivo di un bambino è destinato, comunque, a portare serenità e sorrisi. Certo, il ruolo dell’uomo in una fase così particolare è fondamentale. Se l’uomo starà vicino alla propria donna allora potrebbe essere meno complicato del previsto affrontare una gravidanza.